Nutrizione umana e sportiva

Home/Nutrizione umana e sportiva

Perché andare dal nutrizionista

La consapevolezza di se stessi nella società contemporanea ci spinge a ricercare abitudini di vita ed alimentari che abbiano come fine ultimo il benessere personale ed una migliore qualità della vita.

In cosa consiste la visita presso il nutrizionista

Presso il nutrizionista vengono indagate le abitudini alimentari e lo stile di vita del paziente e, attraverso il dialogo con lo stesso, viene creata la giusta intesa con il nutrizionista. Si raccomanda in genere portare il proprio diario alimentare al fine di consentire un’ottimale personalizzazione della dieta.

I servizi nutrizionali offerti includono ma non si limitano a:

  • Dieta personalizzata in condizioni fisiologiche e patologiche accertate
  • Obesità, Diabete, Dislipidemie, Allergie e Intolleranze Alimentari, Cardiopatie
  • Elaborazione di piani alimentari per sportivi (Agonisti e Non agonisti)
  • Consulenza nutrizionale ed educazione alimentare anche in caso di gravidanza, allattamento, menopausa e terza età.

Come si svolge la visita presso il nutrizionista

La visita inizia con un colloquio in cui lo specialista raccoglie le informazioni relative alla storia medica del paziente, con particolare riferimento alle patologie pregresse e familiari, con l’obiettivo di conoscere e completare l’anamnesi personale e individuare la strategia migliore per formulare una dieta.

Occorre portare con se le ultime analisi cliniche o referti di visite mediche effettuate recentemente. Se le analisi sono più remote di 9 mesi provvedere ad effettuarle, consultando la lista sottostante.

Le analisi ematochimiche per valutare il Buono Stato di Nutrizione sono di seguito elencate (a titolo di esempio, chiedere al proprio medico curante):

  • Emocromo con formula leucocitaria
  • VES, PCR
  • Creatininemia, VFG
  • Uricemia
  • Azotemia
  • AST, ALT
  • Gamma GT
  • Bilirubina totale, diretta e indiretta
  • Glicemia a digiuno
  • Insulinemia a digiuno
  • Colesterolo totale, LDL, HDL
  • Trigliceridi
  • Sideremia, Ferritina, Transferrina
  • TSH, fT3, fT4, anticorpi tiroidei
  • PRIST (IgE totali). Se si è già consapevoli di essere allergici eseguire invece del PRIST il RAST (IgE specifiche alimenti ed inalanti)
  • Esame chimico-fisico delle urine
  • Omocisteinemia
  • Vitamina D
  • Sodio, Potassio, Magnesio, Calcio.

Occorre sempre venire a digiuno da cibo e acqua da almeno 2 ore per sottoporsi alla visita antropometrica.

Successivamente, il nutrizionista procede con la valutazione dello stato nutrizionale e dei fabbisogni energetici del paziente, che includono ma non si limitano a:

  • Bioimpedenziometria (BIVA) con strumento Akern 101
  • Plicometria
  • Indice di massa corporea (BMI)
  • Calcolo della massa grassa
  • Circonferenze corporee

Conclusa la visita, il nutrizionista procede con lo studio clinico del paziente e con la formulazione della dieta personalizzata.