Infertilità di coppia

Home/Infertilità di coppia

In cosa consiste la visita per sospetta infertilità?

La visita per la diagnosi e terapia dell’infertilità di coppia è eseguita da un medico specialista in ginecologia e/o andrologia. Dopo 12 mesi di rapporti regolari non protetti, la coppia ha motivo di recarsi dallo specialista per ricercare eventuali cause del mancato concepimento.
Le difficoltà sono sempre più spesso riconducibili all’età matura della donna e al conseguente calo fisiologico del potenziale riproduttivo. Diverse cause possono compromettere la funzionalità dell’apparato riproduttivo femminile e sono diagnosticabili da uno specialista esperto. C’è da dire che, negli ultimi 10 anni, sono in forte crescita le patologie maschili che riducono il potenziale riproduttivo della coppia. Nuove patologie e disturbi che si aggiungono ai casi di azoospermia e altre cause di sterilità.
Spesso le ragioni dell’infertilità temporanea possono essere molto banali e facilmente curabili; in altri casi (un po’ meno del 10%) le cause sono difficilmente diagnosticabili (i così detti casi “sine causa”). In generale, è possibile intervenire con terapia farmacologica o con un intervento chirurgico. Altre basta un colloquio sincero e approfondito con il medico per risolvere il problema. La cura dell’infertilità di coppia è una branca della medicina in rapida evoluzione e con casistiche estremamente variegate.

Come si svolge la visita per sospetta infertilità?

Data la natura del problema, lo specialista coinvolgerà la coppia nell’anamnesi, raccogliendo informazioni sullo stato di salute di entrambi i partner (stato di salute generale, eventuali patologie di cui si soffre o si è sofferto, peso, stile di vita) e sulle loro abitudini (frequenza dei rapporti sessuali, metodo contraccettivo utilizzato in passato, eventuali terapie già tentate per curare l’infertilità).
Il medico prescriverà poi ad entrambi analisi diagnostiche, strumentali e genetiche per determinare la causa dell’infertilità, prima di poter agire con la terapia ritenuta opportuna.
Oltre all’aspetto clinico, lo specialista presterà assoluta attenzione all’aspetto psicologico: non è raro, infatti, che alla base delle difficoltà di concepimento ci siano manifestazioni di questa natura.